Incontro con LUIGINO BRAVIN

31 MAGGIO ore 21,00
Luigino Bravin nasce a Oderzo nel 1952.
Ha insegnato matematica a Conegliano, dove risiede, per oltre 40 anni.
Produzione letteraria e riconoscimenti:
"Il Borgo delle Fontane". Storie di Ponte di Piave degli anni '50 e '60.
"La Lemniscata". La storia di un IMI, della sua vita e di un amore strepitoso nato gli ultimi giorni di guerra in Germania.
"Brueghel e l'eredità". Una storia, quasi un giallo sui furti dei quadri del grande pittore fiammingo.
"Il clarinetto del rabbino Smuhel. La storia di due fratelli ebrei che si dipana fra la Bielorussia, il Birobidzhan l'enclave ebraica in Siberia e Israele.
"Racconti corti, cortissimi e una strana storia". Una raccolta di storie un poco vere e tanto inventate.
"Srebrenica non è lontana". Il libro racconta la storia di una ragazza bosniaca che ha vissuto gli orrori della guerra nella ex-Jugoslavia e il suo percorso successivo.
Ha partecipato a pochi premi letterari ma si è sempre classificato fra i primi o fra i selezionati.
Premio "parole attorno al fuoco" Al primo posto un anno, al secondo e al terzo per altri tre anni.
Premio dell' Azione di Vittorio Veneto "Sulle nostre montagne" Classificato per due volte di seguito al primo posto
Premio "Quel giorno da alpino che non potrò dimenticare" in concomitanza con l'adunata di Bolzano. Classificato fra i primi cinque su oltre trecento racconti.
Premio di Casale sul Sile. Terzo classificato.
Premio letterario Montello. Selezionato.
 

BRAVIN 1280